Il modo migliore per conoscere il valore di un professionista non è leggere ciò che dice di sè, ma ciò che dicono di lui

È un manuale breve ma ben scritto

In questo manuale troverete molte riflessioni in questo senso, con esempi di attività realizzate, schede operative e suggerimenti su come metterle in pratica, con un approccio già tarato sulle strutture di cura.

Mi è piaciuto molto che il tema venisse affrontato da più punti di vista, con contributi anche di altre figure professionali.

Lo consiglio sicuramente ai colleghi educatori che lavorano a domicilio o nelle strutture come ottimo spunto per attività da realizzare, ma anche a psicologi e assistenti sociali, come spunto di riflessione sul ruolo che la storia di vita ha nella cura della persona.

Marina, Educatrice professionale

Prezioso per la ricchezza e il rigore metodologico

La Storia della mia vita è un testo utilissimo per chi si occupa di anziani ed in particolare di anziani con demenza perché riporta l’attenzione sull’essere persona e sulla centralità dell’approccio psico-sociale .

E’ un volume leggero, (non nei contenuti, ma nella facilità di lettura e nella immediatezza, prezioso per la ricchezza e il rigore metodologico di chi viene da molti anni di esperienza nel settore.

Andrea Fabbo, Geriatra - Responsabile Programma Demenze A.USL Modena

Gli operatori sociali e la demenza

Un uomo che cammina su un filo, un operatore della cura, una persona con fragilità, uno staff che si muove cercando soluzioni: un vero e proprio manuale.

Redazione di Maggioli Editore

Evviva il cambiamento!!!

Ho proposto e portato avanti incontri di autobiografia in Rsa. 56 ore in totale a titolo di volontariato. Evviva il cambiamento!!!

Daniela Piazzalunga, Educatrice Professionale

Grazie Marco!

 Grazie Marco! Collaborazione ricca di spunti e nuovi modi di pensare gli ambienti quotidiani!

Paola Benetti, Educatrice professionale

Clima energicamente positivo!!!

… il tuo stile formativo è brillante…

…e sai mettere in gioco le risorse del gruppo educatori…idee in movimento, ricerca di un linguaggio comune, contaminazioni creative e studio di nuove prospettive…nella cornice di un clima energicamente positivo!!!

Antonella Muciaccia, Educatrice professionale

In ricordo di Silvana Putzu

Carissimi colleghi noi Referenti dell’animazione, nelle strutture per anziani di Coopselios, abbiamo pensato di fare un gesto significativo in ricordo di Silvana Putzu, specialista di processo del nostro settore, nonché formatrice e cara amica, che con voi ha collaborato in modo costruttivo e che purtroppo è venuta a mancare improvvisamente, lasciando in tutti noi un grande vuoto.

Lei ha abbracciato con determinazione il progetto dell’ambientazione protesica e in particolar modo il contesto che “cura” . Ha voluto fortemente una formazione presso di voi, permettendoci di entrare nel “Paese Ritrovato”, per mostrarci come sia possibile rendere la teoria realtà e trasformare gli ambienti delle nostre strutture, seguendo il vostro esempio . È un progetto in cui lei credeva moltissimo!!! Come animatori/educatori vogliamo sostenere tale progetto “in ricordo di Silvana” per testimoniare come il settore sia grato per ciò che lei ci ha trasmesso, donando la cifra di 350 euro a vostro favore.

Saluti carissimi a tutti e in particolar modo a Marco Fumagalli, formatore e professionista unico, per esperienza e umanità.
Un gesto che viene dal cuore. Grazie di tutto.

Referenti dell’animazione nelle strutture per anziani di Coopselios

Grande Marco!

Marco è un ragazzo semplice e spiritoso, sa essere serio e interessante nelle sue materie, grande Marco!

Luisa, Operatrice Socio-Sanitaria

Grazie Marco!

Grazie Marco, un incontro per vivere meglio l’età che avanza.

Giovani nel Tempo